ACCENDIAM0 IL S0LE

Per un futuro 100% rinnovabile

{{income + 1625}}

Obiettivo 30.000€

{{donors + 7}}
Donatori

TERMINATA
Scadenza

Dona ora per il progetto “Accendiamo il Sole”. Per ringraziarti del tuo sostegno ti invieremo un pensiero speciale!

 

ACCENDIAM0 IL S0LE

Per un futuro 100% rinnovabile


Greenpeace Italia compie 30 anni di azioni in difesa del Pianeta: per il nostro compleanno non spegniamo le candeline, ma accendiamo il sole!
Vogliamo installare un impianto fotovoltaico a Lampedusa, come esempio di rivoluzione energetica possibile e concreta. Abbandonare le fonti fossili pericolose e costose come il petrolio, a favore di energie rinnovabili, pulite ed economiche non è un'utopia, ma un progetto reale che ha bisogno di te! Aiutaci a realizzare il progetto con una donazione.

Cosa puoi
fare tu

Diventa protagonista della rivoluzione energetica: il tuo sostegno è fondamentale per raggiungere la cifra necessaria a coprire i costi dell'installazione dell'impianto. La burocrazia ha già fermato questo progetto, ma tu puoi farlo ripartire! Per i nostri 30 anni il regalo più bello è aiutarci a donare a Lampedusa un futuro verde, pulito e rinnovabile. Anche un piccolo contributo è importante per raggiungere l'obiettivo.

 

Lampedusa è una delle piccole isole italiane non connesse alla rete elettrica nazionale e produce energia elettrica quasi completamente dal petrolio. Una fonte non solo inquinante, ma anche molto costosa: l'energia così prodotta in questi paradisi mediterranei viene pagata da tutti noi in bolletta, con oltre 60 milioni di euro l'anno.

Lo scorso anno è stata concessa l'autorizzazione a installare un impianto fotovoltaico da 40kW sull'edificio del Comune di Lampedusa. Ma per superare tutti gli ostacoli burocratici sono passati oltre 12 mesi e nel frattempo il bando per accedere ai fondi che avrebbero dovuto finanziare il progetto è scaduto. Una beffa.

Greenpeace vuole intervenire per sbloccare questa assurda situazione e regalare energia pulita a tutti gli abitanti di Lampedusa!

Installare questo impianto permetterebbe al Comune di risparmiare complessivamente quasi 200 mila euro, soldi che potranno essere utilizzati a vantaggio dei cittadini, per una Lampedusa più efficiente e pulita, un modello di isola 100% rinnovabile. Inoltre, eviteremo l'emissione di 300 tonnellate di CO2, l'equivalente di 1.091.000 km percorsi da un veicolo.

Lampedusa

Lampedusa è anche simbolo di accoglienza per tante persone che fuggono da guerre, tra le cui cause troppo spesso c'è il petrolio, lo stesso che viene usato per produrre energia. Il sole, la vera fonte energetica di cui siamo ricchi, non è solo un modo per produrre energia pulita, ma anche segno di speranza per un futuro di pace. Aiutaci ad accendere il sole!

 

Da 30 anni in Italia Greenpeace entra in azione per difendere il Pianeta dai crimini ambientali.

Una delle nostre più grandi battaglie è quella contro i cambiamenti climatici, la cui causa principale sono le fonti energetiche fossili come carbone e petrolio, e i cui effetti sono già tangibili: temperature in aumento, scioglimento dei ghiacci, desertificazione, alluvioni, innalzamento dei mari, migrazioni...

Abbiamo sfidato multinazionali, bloccato estrazioni di petrolio e centrali a carbone, scalato grattacieli e piattaforme, ci siamo paracadutati dal cielo e immersi nelle profondità dei mari. Quest'anno compiamo 30 anni, ma non mettiamo la testa a posto: continueremo ad agire per un futuro di energie rinnovabili, pulite ed economiche. Le soluzioni ci sono già, e vogliamo dimostrarlo.

Solarnia

Lo scorso anno oltre 50 mila persone hanno firmato e si sono mobilitate in supporto di Solarnia, campagna per un Mediterraneo 100% rinnovabile. Un'isola libera dai combustibili fossili può essere realtà, e insieme possiamo dimostrarlo: aiutiamo Lampedusa a incamminarsi verso un futuro più verde!

Domande frequenti

  • Come verranno usate le donazioni raccolte?

    LEGGI RISPOSTA

    Con le donazioni acquisteremo i pannelli solari e gli altri materiali necessari all'installazione. Il Comune di Lampedusa si impegna a rintracciare i fondi per l'installazione e il collaudo dell'impianto.
  • Chi realizzerà il progetto?

    LEGGI RISPOSTA

    A realizzare materialmente il progetto sarà Exalto Energy & Innovation, ditta che ha vinto il bando aperto dal comune di Lampedusa. Greenpeace si è invece impegnata a regalare i materiali (pannelli e altro) per la realizzazione dell'impianto all'amministrazione comunale che, a sua volta, si è nel frattempo impegnata a rintracciare i fondi per l'installazione e il collaudo dello stesso.
  • Perché si è scelto questo edificio?

    LEGGI RISPOSTA

    L'edificio è stato scelto dal Comune di Lampedusa, il quale ha aperto un bando di gara per affidare l'installazione dell'impianto a un'azienda. La Soprintendenza Beni Culturali e Ambientali di Agrigento ha autorizzato questi lavori ma nel frattempo sono scaduti i tempi per accedere ai fondi. Greenpeace si è quindi offerta di sbloccare questo stallo burocratico.
  • Come verranno utilizzati i soldi risparmiati dal Comune di Lampedusa grazie a questo impianto?

    LEGGI RISPOSTA

    Abbiamo sottoposto al Sindaco di Lampedusa delle proposte su come destinare parte dei risparmi derivanti dall’attività dell'impianto, che potranno quindi essere destinati a misure di efficienza energetica sull’isola e ad altri interventi a favore dell'ambiente e dei cittadini di Lampedusa. Ad esempio:

    In 1 anno Risparmiati € 7.500,00
    Equivalenti a: un impianto solare termico di 4 mq per la produzione di ACS

    In 5 anni Risparmiati € 37.500,00
    Equivalenti a: 110 lampade a LED per illuminazione pubblica o 220 corpi luminosi interni

    In 10 anni Risparmiati € 75.000,00
    Equivalenti a: una riqualificazione energetica dell'involucro dell'edificio comunale

    In 20 anni Risparmiati € 150.000,00
    Equivalenti a: una riqualificazione energetica dell'involucro dell'edificio comunale con installazione di pompa di calore elettrica ad alta efficienza

    In 25 anni Risparmiati € 187.500,00
    Equivalenti a: una riqualificazione energetica NZEB (nearly zero energy building) dell'edificio comunale
dona ora
Seleziona una modaltà di donazione
{{donationTypeLabels[donationType]}}
Indica quanto vuoi donare
{{quote}} €

La quota minima di donazione è di {{currentMinAmount()}} €

Inserisci i tuoi dati

Città () CAP
Scegli il metodo di pagamento {{paymentTypeLabels[payment]}}
Inserisci gli estremi del RID bancario

Come sostenitore verrai informato, in linea con le tue preferenze e interessi, anche via email, telefono, sms e via posta, tramite il servizio di aggiornamento dedicato. Tuteliamo la tua privacy.

Informativa art. 13, d. lgs 196/2003
I tuoi dati personali saranno trattati da Greenpeace Onlus – titolare del trattamento – Via della Cordonata 7, 00187 Roma (RM) per le operazioni connesse alla donazione, per informare su iniziative e progetti realizzati anche grazie al contributo erogato, per inviare la propria rivista e il materiale informativo riservati ai sostenitori, per campagne di raccolta fondi e sondaggi, in linea con le tue preferenze e i tuoi interessi. Per dette finalità, potranno essere utilizzati strumenti di comunicazione tradizionale e elettronica (posta cartacea, e-mail, telefono, Sms). I dati saranno trattati, manualmente e elettronicamente con metodologie di analisi statistica, esclusivamente dalla nostra associazione e dai responsabili preposti a servizi connessi a quanto sopra. Non saranno comunicati né diffusi né trasferiti all'estero e saranno sottoposti a idonee procedure di sicurezza. Gli incaricati del trattamento per i predetti fini sono gli addetti a gestire i rapporti con i sostenitori, all'amministrazione, all'organizzazione di campagne di raccolta di fondi e sensibilizzazione, al call center, ai sistemi informativi e di sicurezza dei dati. Ai sensi dell'art. 7, d. lgs 196/2003, scrivendo al titolare al suddetto indirizzo postale o all'e-mail sostenitori.it@greenpeace.org, si possono esercitare i relativi diritti fra cui consultare, modificare, cancellare i dati o opporsi al loro trattamento per motivi legittimi o per scopi informativi e promozionali, anche limitatamente a uno o più strumenti di contatto (es.: via e-mail e/o Sms e/o posta e/o telefono). Qualora non sia precisato, l'opposizione al trattamento dei dati per fini informativi sarà inteso esteso a tutti gli strumenti di contatto. Allo stesso modo è possibile richiedere l'elenco completo e aggiornato dei responsabili del trattamento.

Donazioni tramite carta di credito

Greenpeace utilizza GestPay e mette al primo posto la sicurezza nella gestione delle transazioni. I nostri donatori possono stare tranquilli, i loro dati sensibili sono al sicuro: il pagamento viene effettuato con il sistema di Banca Sella garantito con certificato digitale "Verisign" con crittografia SSL (Secure Socket layer) a 128 bit. Nello specifico, la piattaforma di Greenpeace utilizza il metodo di integrazione tramite "iFrame".

I dati sensibili relativi alla carta di credito degli utenti vengono processati esclusivamente da Banca Sella per i controlli necessari ad autorizzare il pagamento on line. Questo vale anche per le donazioni regolari effettuate tramite carta di credito: in questo caso la prima quota viene processata contestualmente alla donazione. Le quote successive vengono addebitate utilizzando un token crittografato generato direttamente da Banca Sella.

Greenpeace non avrà, pertanto, mai accesso ai dati relativi alle carte di credito utilizzate per le donazioni, ma gestirà solamente i dati relativi all'anagrafica del sostenitore e alla proprietà della donazione effettuata.

In sintesi
Al momento del pagamento il donatore verrà indirizzato in una pagina interna alla piattaforma di Greenpeace, ma integrata tramite iFrame con la piattaforma di Banca Sella dove inserirà il numero della carta di credito. Tali dati viaggeranno in modo criptato soltanto tra il computer del donatore ed il server sicuro di Banca Sella, rendendo quindi impossibile intercettarli o utilizzarli in qualsiasi altro modo fraudolento, né durante né dopo l'acquisto.

Donazioni tramite PayPal

PayPal è un sistema sicuro per i pagamenti on-line che utilizza efficaci strumenti di prevenzione delle frodi.

Donazioni tramite Addebito diretto bancario o postale (SDD-Sepa Direct Debit)

Dal 1 febbraio 2014, in ottemperanza alla normativa europea n.260/2012 e relativo provvedimento applicativo della Banca d’Italia del 22 febbraio 2013, Greenpeace Onlus ha adottato per l’addebito diretto (RID) il servizio basato sui nuovi standard europei Sepa Direct Debit (SDD CORE).

Per i sostenitori che scelgono il sostegno regolare tramite la Domiciliazione Bancaria non cambierà nulla, poiché Greenpeace Onlus si occuperà direttamente di eseguire tutte le azioni necessarie per garantire l’adeguamento ai nuovi standard.

Sostenere Greenpeace in questo modo è facile e più conveniente sia per te che per l’Associazione. Noi possiamo ridurre le spese amministrative e se la tua banca aderisce a  "RID anch'io" tu non pagherai le spese di commissione.

Per avere maggiori informazioni sul servizio SEPA - SDD è possibile consultare il sito sepaitalia.eu.